fbpx

NORMATIVA GARE

NORMATIVA COPPA EUROPA 2020

1.NORME GENERALI

1.1. AMBITO

Il presente regolamento riguarda la COPPA EUROPA del performer di arti scenicosportive, autorizzata dallo C.S.A.In. (Centri Sportivi Aziendali e Industriali), ente di promozione sportiva riconosciuto dal CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano) e organizzate da FIPASS (federazione internazionale performer arti scenico-sportive), disciplinate secondo le caratteristiche atletico/artistico/sportive del Metodo Pass.

1.2. PARATA DI APERTURA COMPETIZIONE

Il primo step da affrontare prima dell’inizio della competizione è la “Parata di apertura” che prevede la presenza di tutti gli artisti atleti in pista, accompagnati dagli addetti alla parata.

1.3. SUDDIVISIONE COMPETIZIONE

La competizione si articola in settori, generi, categorie e classi, come sotto riportato:

1.3.1. Settori

Si prevedono otto settori di competizione:

  • PERFORMER COMPLETO

L’artista che dimostrerà capacità tecnica ed interpretativa in almeno due materie delle arti performative, nella stessa performance;

  • PERFORMER SPECIALIZZATO IN CANTO

L’artista che dimostrerà una capacità e una presenza scenica classiche di un performer, ma con una capacità tecnica prettamente legata alla sezione “CANTO”;

  • PERFORMER SPECIALIZZATO IN RECITAZIONE

L’artista che dimostrerà una capacità e una presenza scenica classiche di un performer, ma con una capacità tecnica prettamente legata alla sezione “RECITAZIONE”;

  • PERFORMER SPECIALIZZATO IN DANZA

L’artista che dimostrerà una capacità e una presenza scenica classiche di un performer, ma con una capacità tecnica prettamente legata alla sezione “DANZA”;

  • PERFORMER DI ARTI CIRCENSI

L’artista che dimostrerà una capacità e una presenza scenica classiche di un performer, ma con una capacità tecnica prettamente legata alle seguenti sezioni: clowneria, giocoleria, acrobatica, discipline aeree, ginnastica artistica, ginnastica ritmica,ecc.. illusionismo…

  • FORMAZIONE COMPAGNIA PICCOLA

Composta da un minimo di 3 artisti/atleti, ad un massimo di 5; La performance può concentrarsi su una o più discipline, anche suddivise fra gli artisti (es:due ballano, uno recita e due cantano ecc…)

  • FORMAZIONE COMPAGNIA GRANDE

Composta da un minimo di 6 artisti/atleti in poi; La performance può concentrarsi su una o più discipline, anche suddivise fragli artisti (es:due ballano, uno recita e due cantano ecc…)

  • DUO

Composto da 2 artisti/atleti La performance può concentrarsi su una o più discipline, anche suddivise fra gli artisti.

  • PERFORMER DI ARTI CIRCENSI

L’artista che dimostrerà una capacità e una presenza scenica classiche di un performer, ma con una capacità tecnica prettamente legata alle seguenti sezioni: clowneria, giocoleria, acrobatica, discipline aeree, ginnastica artistica, ginnastica ritmica,ecc.. illusionismo…

  • FORMAZIONE COMPAGNIA PICCOLA

Composta da un minimo di 3 artisti/atleti, ad un massimo di 5; La performance può concentrarsi su una o più discipline, anche suddivise fra gli artisti (es:due ballano, uno recita e due cantano ecc…)

  • FORMAZIONE COMPAGNIA GRANDE

Composta da un minimo di 6 artisti/atleti in poi; La performance può concentrarsi su una o più discipline, anche suddivise
fragli artisti (es:due ballano, uno recita e due cantano ecc…).

1.3.2. Generi

Suddivisione delle attività in generi:
– Maschile
– Femminile
– Misto: per quanto concerne duo e compagnie

1.3.3. Categorie

Suddivisione in quattro categorie di età per gli assoli:
– 6/11 anni
– 12/15 anni
– 16/18 anni
– Over 19
– Categoria unica per i Duo
– Due categorie per le compagnie: under 15 e over 16.

1.3.4. Classi

Distinzione di livello:
– Assoli
CLASSE C (Principianti)
CLASSE B (Intermedi)
CLASSE A (Avanzati)
CLASSE P (Professionisti)- solo over 19
– Duo e compagnie
L’assegnazione della classe di livello, appartenente al duo o alla compagnia, è
stabilita dal livello medio di tutti gli elementi che lo compongono:
CLASSE C (Principianti)
CLASSE B (Intermedi)
CLASSE A (Avanzati)
CLASSE P (Professionisti)
Per quanto riguarda le competizioni in formazione “Compagnia grande” o
“Compagnia piccola”, la categoria si calcolerà facendo la media delle età dei
partecipanti.
Es: atleta 1 -> 15 anni
atleta 2 -> 13 anni
atleta 3 -> 8 anni
atleta 4 -> 20 anni
atleta 5 -> 12 anni
atleta 6 -> 12 anni
atleta 7 -> 11 anni
(totale età (91) : numero componenti (7)= 13 -> UNDER 15)

NB1: BISOGNA CALCOLARE GLI ANNI COMPIUTI O DA COMPIERE DURANTE L’ANNO SOLARE. ES: MARIO ROSSI COMPIRA’ 15 ANNI A DICEMBRE SI DOVRA’ FARE LA MEDIA CON ETA’ 15 ANNI.

NB2: SE IL TOTALE DELLA MEDIA DOVESSE SUPERARE IL 15 (ES 15,4) ALLORA LA CATEGORIA APPARTENENTE SARA’ LA OVER 16 DEVE RIMANERE ALMENO IL 50 % DEI COMPONENTI DELLA COMPAGNIA CHE HANNO SUPERATO IL TURNO. POSSONO ESSERE SOSTITUITO O INTEGRATI ANCHE ALTRI ARTISTI

1.4. APPARTENENZA SETTORE, CLASSE E CATEGORIA

La classe e il settore di appartenenza di tutti gli artisti/atleti che partecipano a Coppa Europa saranno determinati dall’ultima partecipazione al campionato della propria nazione. La categoria, invece dipenderà dagli anni compiuti nell’anno in cui si svolgerà Coppa Europa.

1.5. ABBIGLIAMENTO E OGGETTI DI SCENA

È fatto obbligo a tutti gli artisti/atleti di improntare un abbigliamento, trucco compreso, che non urti la sensibilità di terzi e che non manchi di rispetto all’etica sociale. È vietato l’utilizzo di oggetti quali paillettes, coriandoli ,ecc… che lasciano sulla superficie frammenti da raccogliere, poiché possono ostacolare la corretta esecuzione della performance successiva. Non sono consentiti allestimenti teatrali, quinte, pannelli o oggetti di scena ed accessori che richiedono un montaggio o la messa in scena superiore ai 30 secondi. Gli allestimenti utilizzati devono essere messi in scena e riportati via al momento dell’uscita dagli stessi artisti/atleti. Al termine delle esibizioni la pista deve essere lasciata assolutamente sgombra e pulita. In caso di infrazione, il Direttore di gara, una volta accertata l’infrazione, dovrà invitare gli artisti/atleti ad adeguare l’abbigliamento o l’utilizzo di oggetti di scena conformandosi al regolamento, oppure ,nel caso di più richiami, dovrà procedere con l’assegnazione delle penalità: esclusione o abbassamento di valutazione.

1.6. SISTEMI DI GIUDIZIO

I principali sistemi di giudizio, utilizzati dai giudici di gara, prevedono diverse tipologie:
– Sistema di tipo comparativo
– Sistema di valutazione/giudizio

1.6.1. Sistema di tipo comparativo X(croci)

Prevede la selezione dei migliori artisti attraverso una comparazione diretta. A seconda delle fasi della gara sono presenti due tipi di scheda:
– SCHEDA SELEZIONE
Dove il giudice segnala le performance che ritiene debbano superare il turno;
– SCHEDA DI FINALE
Dove il giudice indica quella che, secondo lui, dovrebbe essere la classifica

1.6.2. Sistema di valutazione/giudizio

Prevede che ad ogni artista si dia un valore unico e distinto. Gli elementi di valutazione presenti nelle schede sono i seguenti:
– Tecnica
– Interpretazione
– Presenza scenica
Il talento dell’artista/atleta sarà rappresentato da una scala con valori che andranno da 5 a 10, comprensivi di numeri decimali.
NB:Nel caso in cui l’esibizione non sia idonea per accedere alla fase successiva, i giudici possono votare con “N.C.” (NON CLASSIFICATO alla fase successiva). Nel caso in cui si riscontri uno o più pari merito, la piazza migliore sarà attribuita a chi avrà la valutazione tecnica migliore; se anche questa fosse uguale si passerà a considerare la migliore interpretazione ed infine la presenza scenica (nel caso in cui si utilizzi il sistema di valutazione/giudizio). Il direttore di gara potrà decidere in alternativa di lasciare al presidente di giuria la decisione di decretare il vincitore.

1.7. ASPETTI MUSICALI: FORMATO E DURATA

Tutte le tracce audio devono essere inviate, entro il termine stabilito, all’organizzatore di pertinenza della competizione e devono essere ESCLUSIVAMENTE in formato MP3. Al momento dell’esibizione, un responsabile della compagnia o del singolo artista/atleta (insegnante o delegato dell’asd o società dell’artista/atleta), deve essere presente in regia ai fini di comunicazioni e direttive per l’esecuzione corretta della performance. Il mancato rispetto delle date di scadenza possono essere motivo di squalifica. Qualora la traccia audio risulti di durata superiore al tempo consentito, il dj della competizione è tenuto a “sfumare” il volume del brano allo scadere dei limiti fissati:
– 5 minuti per le formazioni “Compagnie grandi”
– 3,30 minuti per le formazioni “Compagnie piccole”
– 2 minuti per Duo
– 2 minuti per le singole performance di specializzazione in canto
– 2 minuti per le singole performance di specializzazione in danza
– 3,15 minuti per le singole performance di specializzazione in arti circensi
– 2,30 minuti per le singole performance di specializzazione in recitazione
– 2,30 minuti per le esibizioni del performer completo
NB: È consentito sforare i limiti previsti solo con una tolleranza massima di 15 secondi (ES:per finire la battuta musicale, nel caso in cui la traccia audio non permetta un taglio netto entro i secondi stabiliti).

1.8. PROGRAMMI DI GARA

Al fine di agevolare l’avvio della nuova disciplina del Performer di Arti Scenico sportive, i programmi per l’esecuzione delle performance sono liberi per tutte le classi e categorie, pertanto sono anche ammesse performance inedite. Rimane sottinteso che la scelta delle performance deve attenersi alla cultura del performer di arti sceniche, sia in ambito teatrale, televisivo e cinematografico (es: commedie musicali, musical teatrali, musical cinematografici, sketch televisivi ecc…). Un artista/atleta può decidere di esibirsi a Coppa Europa con la stessa performance che ha portato al campionato nazionale, oppure portarne una nuova.

1.9. PRESENZA DEI TURNI DI GARA

La suddivisione in batterie da la possibilità, non di vedere contemporaneamente più performance, ma di gestire al meglio la chiamata da parte del presentatore, dei gruppi in gara.
Gli step necessari per decretare i campioni di ogni classe e categoria sono due:
– Selezione dei 12 finalisti (gli atleti finalisti possono essere più di 12 a discrezione del direttore di gara se il numero dei partecipanti in classe e categoria sono tanti)
– Finale: attribuire le posizioni ai 6 finalisti Nel caso in cui il numero dei partecipanti non permetta la presenza dei due step sopra citati, o per agevolare lo svolgimento della competizione, il Direttore di gara può decidere di disputare direttamente la finale. I finalisti di ogni classe e categoria accedono al livello di competizione superiore; la quantità viene stabilita dal Direttore di gara prima dell’inizio della competizione, tenendo in considerazione le percentuali del numero dei partecipanti in corrispondenza alle quantità delle esibizioni. Nel caso in cui i partecipanti in una determinata classe e categoria dovessero essere numerosi, sarà dunque il direttore di gara a decretare la quantità di accessi alla fase successiva.

1.10. PREMIAZIONI

Durante la fase Europea oltre agli attestati, e le medaglie ci saranno possibilità di inserimento lavorativo e borse di studio. I partecipanti da premiare hanno l’obbligo di presenziare alle premiazioni con l’abbigliamento artistico indossato durante l’ultima performance.

2. ASPETTI TECNICI

2.1. STAGIONE SPORTIVA

Prima di partecipare alla Coppa Europa è obbligatorio prendere parte alle precedenti fasi nazionali escluso gli artisti/atleti che hanno goduto di accessi diretti tramite convenzioni o concorsi assegnati o stipulati durante le varie edizioni.
NB: L’artista che risiede in un paese estero può decidere di partecipare al Campionato nazionale della nazione di appartenenza o al Campionato nazionale della nazione di residenza. Nello stesso anno solare dovrà quindi scegliere a quale Campionato partecipare, poiché non sarà possibile prendere parte a due o più fasi nazionali.

2.2. REGOLAMENTO COMPORTAMENTALE

È da considerare comportamento immediatamente sanzionabile, dal Direttore di gara, l’aggressività da parte di artisti/atleti e ufficiali di gara. Le sanzioni prevedono il richiamo verbale o l’esclusione dalla competizione; tali sanzioni devono essere segnalate dal Direttore di gara nel verbale finale. Inoltre, il direttore di gara potrà escludere un atleta/artista se anche solo uno dei punti citati nella presente normativa non vengano rispettati.

2.3. TESSERAMENTO E CAMPIONATI

2.3.1. Partecipazione all’attività sportiva

Per poter partecipare alle competizioni come artisti/atleti o come ufficiali di gara, bisogna essere tesserati ed inseriti nel database dello C.S.A.In. e FIPASS anche nell’anno di partecipazione a Coppa Europa. Non è permessa la partecipazione ai campionati ad atleti non tesserati.

2.3.2.Artisti/Atleti

L’atleta inizia la competizione al momento dell’accredito, mediante l’esibizione del tesserino sportivo e di un documento di identità, nonché con il ritiro del numero di gara. Iniziata la competizione, l’artista/atleta dovrà prestare debita attenzione alle chiamate in pista da parte del presentatore, al fine di non costituire intralcio o ritardi alla competizione. Se l’artista/atleta, dopo il ritiro del numero di gara, non prende parte ad una qualsiasi fase di gara o è costretto ad abbandonare la pista a competizione iniziata, ha l’obbligo di informare immediatamente il Direttore di gara che procederà ad estrometterlo dalla competizione segnalandolo nella propria relazione finale. È dovere dell’artista/atleta accettare con lealtà e sportività qualsiasi risultato ottenuto durante la competizione.

2.3.3. Qualificazione a Coppa Europa

I primi 12 finalisti di ogni classe e categoria che hanno partecipato al campionato nazionale di appartenenza, avranno accesso alla partecipazione a COPPA EUROPA per rappresentare la propria nazione. Coppa Europa si disputa ogni due anni, pertanto possono prendere parte all’evento sportivo gli artisti/atleti delle due ultime edizioni effettuate prima di ogni Coppa Europa. La prima edizione di Coppa Europa si disputerà nel 2020 in uno dei paesi aderenti al progetto.

2.3.4. Iscrizione quote gara campionati

La quota di partecipazione degli artisti sarà così calcolata:
– prima esibizione quota intera
– dalla seconda esibizione in poi si pagherà il 50% della cifra più alta pagata.
ESEMPIO:
€ 50 assolo, € 30 duo, € 30 compagnia grande/piccola.
Se un artista si esibirà con tre esibizioni (performer canto, performer completo e compagnia piccola), invece di pagare € 50+50+30= 130 €, dovrà pagare € 50+25+25= 100 €.

NORMATIVA GARE