E’ tempo di cambiare

IL FUTURO DELLA CULTURA E DELLA FORMAZIONE NELLE FEDERAZIONI SPORTIVE: È TEMPO DI CAMBIARE

La situazione socioculturale italiana sembra vivere uno dei momenti più cupi della sua storia recente, in cui alle nuove generazioni viene quasi volontariamente impedita la facoltà di disporre di elementi validi ed utili alla definizioni di un futuro certo, sereno. Quasi come se mancassero le fondamenta sulle quali poter costruire, questo processo di risalita culturale sembra essere stato appositamente disegnato per essere difficile, irto e pieno di ostacoli soprattutto se consideriamo nel gap odierno lo straordinario apporto della tecnologia e delle innovazioni degli ultimi decenni, che hanno contribuito a rivoluzionare in maniera drastica e definitiva la nostra società e più in generale il Sistema Mondo. A far da contraltare al delineato scenario poco incoraggiante, la nostra società sembra possedere già tutti quei requisiti indispensabili per poter uscire da questa situazione di torpore e, come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, manca forse la volontà del cambiamento e della giusta attuazione di meccanismi che andranno a loro volta necessariamente e costantemente rivisitati, migliorati e resi più funzionali a seconda delle future innovazioni e dei cambiamenti che si porranno in atto. L’adeguamento agli standard internazionali tecnologici, sociali ed economici, la rivisitazione e la modifica di leggi, di rapporti e di procedure, la necessità di “sistemare il sistema”, dipende oggi dalla volontà di chi ha possibilità di fare qualcosa di concreto e di tangibile, che sia in grado di dare un segnale forte di volontà al miglioramento grazie a segnali e rimedi che vengono inseriti all’interno di dinamiche precise e che fino a qualche tempo fa erano considerate intoccabili. In questo lo Sport, e più precisamente le Federazioni sportive, possono essere sicuramente d’esempio, come sempre, nell’attuazione dei processi sopra delineati e nel riuscire a tracciare una strada, una pratica vincente che possa riuscire a convincere e a trascinarsi dietro anche chi della questione socio culturale dovrebbe davvero occuparsi e preoccuparsi.

L’indissolubile rapporto cultura-sport, come visto inizialmente, oggi vive un momento di necessaria intersecazione, anche di competenze, che può davvero fornire non soltanto lo sviluppo auspicato al settore agonistico quanto risposte concrete ad istituzioni, burocrati e cittadini.

Secondo le ideologie dei fondatorilogo_CSAIN dello C.S.A.In., lo sport è un elemento di unione e aggregazione che si fonda sul rispetto e sulla partecipazione, e non mira al risultato ad ogni costo ma ad una sana competizione; la cultura è la vita dell’uomo, la sua anima, la sua creatività e la sua socialità. Proprio per queste ideologie, è un ente che si prefigge di unire ed aggregare nel nome dello sport e della cultura.